Skip links

Dopo Suzuka campionato ancora aperto

Decisiva la sanzione comminata dai commissari sportivi ai sim driver di SRC Squadra Corse che modifica la classifica di manche uno.

Il quinto appuntamento del Campionato Italiano ACI ESport di mercoledì 8 luglio, sul circuito di Suzuka, ha dato molto da fare ai commissari sportivi che hanno lasciato il risultato finale sospeso per oltre ventiquattrore dalla conclusione delle due manche. Due sono stati i principali fatti imputati, entrambi con protagonisti i sim driver di SRC Squadra Corse. Il primo caso si verifica durante la sessione la qualifica: tre SRC, Nesi, Massa e Morelli, rallentano in modo sospetto prima di entrare in curva 1 recando danno almeno ad altri due concorrenti, e per questo motivo i commissari decidono per una sanzione di 15 secondi a ciascuno dei tre sul tempo finale di manche uno. Il secondo caso, invece, è durante gara due: Nesi dopo una collisione riprende la marcia in condizioni di non sicurezza per gli altri conduttori, in particolare per Zegretti che viene danneggiato dalla manovra. Nesi riceve quindi un’altra penalità, stavolta di venti secondi sul tempo finale di manche due.

Per Marco Gabriele Nesi, quello giapponese, per usare un eufemismo, è stato un appuntamento amaro. Infatti, senza penalità, il sim driver SRC, avrebbe vinto il titolo di campione italiano con una gara di anticipo, adesso bisognerà aspettare l’ultima gara ad Imola, tra due settimane, per assegnare il titolo iridato. Con il forfait di Mattia Drudi, prima dei fatti giapponesi, i principali indiziati al titolo di campione erano proprio Nesi e il privato Giorgio Zegretti. Entrambi si sono presentati sulla griglia di partenza di Suzuka con tutti i favori del pronostico, infatti, oltre a guidare la classifica generale, sono stati anche i due più veloci nelle prequalifiche della scorsa settimana. Dopo i fatti e le decisioni di questo penultimo appuntamento, si inserisce a pieno titolo per la vittoria del campionato anche Keith Camilleri del V-RIG KC Racing eSports.

GARA 1 – Prima delle penalità il podio era favorevole agli SRC Squadra Corse, grazie a un buon gioco di squadra durante tutta la gara. Le irregolarità commesse in qualifica, però, spostano Massa e Nesi quindici secondi più un basso, e da primo e secondo scendono rispettivamente in quarta e sesta posizione. Il vincitore ufficiale di manche uno diventa quindi Marco Zipoli, DRS Wave Italy, seguito da Keith Camilleri in seconda posizione e Ivan Ferrari, PND Racing, sul terzo gradino del podio.

GARA 2 – Sia Petri che Brandon Tabone non riescono a capitalizzare la prima fila conquistata in manche uno. Entrambi rovinano la loro gara nelle prime fasi, il primo ha un contatto di gara e si ritira, il secondo esce fuori pista e alla fine non va oltre la decima posizione. Quindi a guidare la gara diventano i Camilleri, Kurt e Keith, del V-RIG KC Racing eSports che, con il loro ritmo, rallentano gli SRC Squadra Corse e favoriscono la rimonta di Zegretti partito dalla sedicesima casella. Quando Massa rompe gli indugi e tenta il sorpasso su Kurt Camilleri si genera un ingorgo che coinvolge i piloti in lotta per il campionato. Infatti in mezzo al caos vanno ripetutamente a contatto anche Nesi e Zegretti ed è giallo: la manovra di Nesi viene indagata dai commissari sportivi come Unsafe Rejoin con sanzione di venti secondi ai danni del driver SRC, anche se questo provvedimento non influenzerà le posizioni nella classifica finale. Intanto sfila Ivan Ferrari, PND Racing, già autore di una lodevole rimonta in manche 1, che non può fare di più che prendersi la piazza d’onore sotto la bandiera a scacchi. Vince Keith Camilleri che dopo l’ingorgo è praticamente da solo fino alla fine. Sul gradino più basso del podio c’è Alessandro Tarantino, altro SRC Squadra Corse.

Il titolo di Campione vale un giorno di test e una gara reale della serie Formula X, un’opportunità nata da una partnership tra ACI Sport e FX Italian Series. Ma anche le altre due posizioni sul podio finale sono molto ambite, infatti per il secondo assoluto Wave Italy offre una pedaliera formula “Wave Force Monza” mentre per il terzo c’è l’ultimo ritrovato di Sim Racing Components per quanto riguarda le postazioni di guida di Sim Racing: il SRC-Sport.

Il Campionato Italiano Formula 3 ESport prosegue con lo split 2 sul circuito giapponese di Suzuka. Sarà possibile seguire la gara in diretta su ACI Sport TV, il canale youtube di ACI Sport, su SimRacingLeagueTV, il canale youtube di simracingleague.it, sulle pagine facebook di ACI ESport, di Sim Racing League e di Formula X Italian Series ed in differita su MS Motor TV, canale 228 Sky.

Roma, 10 luglio 2020